Come evitare problemi alla batteria dello smartphone? Info e consigli utili

Gli smartphone sono ormai indispensabili, sarebbe quasi impensabile immaginare di doverne fare a meno. Possiamo lavorarci, giocare, interagire attraverso le numerose applicazioni gratuite disponibili. Abbiamo il mondo in tasca ed è tutto a portata di dito.
C’è solo una cosa che si frappone tra noi e la piena felicità nell’utilizzare lo smartphone: la batteria, vera preoccupazione di chi passa parecchio tempo in giro e usa spesso e volentieri il telefono, non solo per chiamare o mandare messaggi.

In questo articolo cercheremo dunque di darvi qualche utile consiglio su come si possa evitare di danneggiare la batteria di uno smartphone, dunque seguiteci bene, fino alla fine: siamo qui per voi!

Il web, croce e delizia dei tempi moderni, spesso rischia di portarci sulla cattiva strada: capita di frequente d’imbattersi in convinzioni, più o meno fondate, sul corretto utilizzo della batteria. Il primo consiglio che vorremmo darvi, dunque, è quello di non credere a tutto quello che si dice in giro, ma consultare esperti in telefonia mobili o siti attendibili, che non siano in cerca del facile click. Gli smartphone sono apparecchi fantastici, ma a rovinarli ci si mette veramente poco: ecco perché ci siamo sentiti in dovere di mostrarvi il corretto utilizzo della batteria.

smarpthone_batteria

 

La batteria dello smartphone: occhio ai consigli giusti

Uno dei consigli più sbagliati in cui possiate imbattervi, è senza dubbio quello di attaccare e staccare il cavetto della batteria dal vostro smartphone: non potreste fare errore più grande. In questo modo rischiate seriamente di bruciare sia il connettore, che il cavo. In molti si domandano inoltre quale possa essere la giusta percentuale di batteria rimanente prima di mettere sotto carica il telefono: alcuni parlando del 20%, altri addirittura consigliano di scaricarla tutta, finché non si spegne lo smartphone. Bene, possiamo affermare con una certa sicurezza che entrambe le scuole di pensiero sono assolutamente sbagliate e porterebbero in ogni caso a rovinare la batteria.

Di seguito elencheremo consigli utili, che vi faranno risparmiare tempo e denaro:

  • Non attaccare e staccare troppe volte il cavo – Lo abbiamo accennato nel paragrafo superiore, ma è bene ribadirlo, visto che è uno degli errori più comuni: evitiamo di attaccare e staccare troppe volte il telefono al caricabatterie. Farlo spesso vorrebbe dire rovinare in modo irreversibile non solo la stessa batteria, ma anche il cavo e in molti casi persino la presa elettrica. Consigliamo dunque di mettere lo smartphone sotto carica solo quando non ci serve (magari quando riposiamo) e lasciarlo collegato finché non ha raggiunta una percentuale di energia piuttosto alta.

  • Non usare (troppo) lo smartphone mentre è sotto carica – Anche questo è un errore piuttosto comune: se il telefono è sotto carica, sarebbe meglio evitare di usare le varie app. Questo serve a evitare che la batteria non faccia corto circuito in poco tempo. Gli esperti suggeriscono di non utilizzare neanche le funzioni base come chiamate e/o messaggi. Se il telefono è sotto carica, meglio lasciarlo “riposare”: in questo modo lo smartphone avrà la possibilità di raffreddarsi e dunque potrà durare più a lungo. Se si utilizza troppo il telefono mentre è in carica, si rischia concretamente di farlo surriscaldare troppo, facendogli così superare la sua temperatura standard, che secondo gli esperti è di 32° C.
  • Quando caricare lo smartphone? – Questa è in assoluto la domanda più frequente: quand’è il momento più giusto per caricare lo smartphone? Cerchiamo dunque di fare un po’ di chiarezza: come abbiamo evidenziato più in alto, sia metterlo sotto carica quando la percentuale è scesa al di sotto del 30%, che far scaricare completamente la batteria è sbagliato: in entrambi i casi andremmo incontro a danni piuttosto gravi. Gli esperti consigliano di mettere in carica lo smartphone quando arriva al 10%.
    Ma attenzione: anche staccare il caricabatterie troppo presto dal cellulare può essere un errore: non basta infatti che la batteria sia arrivata a una carica del 50% o del 70%: l’ideale è che arrivi al 99% e mai al 100%. Solo in questo modo avremo la certezza che la batteria possa essere duratura, evitando così di spendere altri soldi per sostituirla.
  • Il caricabatterie da usare – A chi non è mai capitato di dimenticare il proprio caricabatterie, con il telefono che rischia di spegnersi proprio in un momento in cui più ne avremmo bisogno? Probabilmente a tutti ed è proprio in casi come questo che si chiede in prestito a qualche amico o parente un cavetto, che spesso può essere di una marca diversa da quella dello smartphone. Come immaginerete, il consiglio è quello di cercare di caricare sempre il telefono con il suo caricabatterie, ovvero quello che troviamo nella scatola al momento dell’acquisto o comunque con uno della stessa marca, purché sia originale. Gli esperti sconsigliano anche di mettere troppo in carica lo smartphone tramite il computer: per una buona salute della batteria, l’ideale è che venga caricata sempre e solo attraverso la presa elettrica. Ma capiamo che a volte le emergenze possono capitare, l’importante è dunque non esagerare con cavetti non originali o troppi collegamenti al computer.
  • Non lasciare lo smartphone attivo per troppo tempo – Questo paragrafo può sembrare un controsenso, ma vi garantiamo che così non è, dunque prestate bene attenzione: affinché la batteria duri il più a lungo possibile, è opportuno evitare di lasciare spento per troppo tempo lo smartphone. Alcuni ricercatori consigliano infatti di spegnere ogni tanto il telefono (affinché possa “riposare” anche lui), ma è anche bene non lasciarlo inattivo per troppo tempo. Come in tutte le cose, bisogna trovare la giusta via di mezzo: non surriscaldare troppo il telefono da un uso eccessivo, ma neanche lasciarlo troppo tempo spento o inattivo.
  • App: meglio non lasciarle aperte – Non è assolutamente da sottovalutare il discorso delle App: lasciarne aperte un gran numero, anche se non si stanno utilizzando, è dannoso per la batteria. Anche questo contribuisce ad aumentare la temperatura dello smartphone, dunque se non servono o non si stanno utilizzando, è meglio chiuderle prima di creare qualche danno spiacevole. Consigliamo inoltre di non dare troppi comandi contemporaneamente al telefono: se state giocando, forse è il caso di non chattare contemporaneamente.
  • Luminosità dello schermo – Un consiglio utile per risparmiare la batteria, è sicuramente quello di abbassare la luminosità dello schermo, che oltretutto se lasciata a un livello troppo alto rischia di provocare danni anche agli occhi.

smartphone-e1495895463399-1280x720

Come avete visto, i consigli per salvaguardare la batteria del proprio telefono sono davvero tanti: vi raccomandiamo di seguirli (se non sempre, quantomeno spesso), perché cambiare questa determinata parte dello smartphone è sempre fastidioso, oltre che costoso. Fateci sapere dunque quali di questi accorgimenti pensate di seguire e soprattutto se avete tratto utili suggerimenti da questo articolo.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
smartphonemigliore.it